Digital Fashion – Nuove fashion app e strategie aziendali

ferragamo

Le mie passioni sono sempre le stesse: moda e tecnologia.

Quello che cambia è il mio approccio al settore.

Se da un lato continuerò a scrivere di moda e tendenze (su www.ovs.it e www.girlpower.it), a intervistare designer emergenti (su www.nssmag.com) e fashion blogger (su www.girlpower.it) dall’altro lato sono sempre più interessata alle strategie digital delle aziende moda e alle nuove app e e-commerce.

Dal condividere su link su Twitter a farne un post sul blog il passo è breve perché questo blog si evolve parallelamente a me e rispecchia i miei interessi.

 

Ecco quindi una selezione di news trovate nei mesi estivi:

Fashion App

Ho scoperto Cream e la guardo ogni giorno. Un feed composto da outfit di blogger internazionali corredato da immagini con link ai prodotti che indossano, acquistabili con un click.

PriceGrabber ha acquisito l’app Snapette, un’app location-based che ti dice quali brand e negozi ci sono attorno a te ovunque ti trovi. Non solo, è anche possibile scoprire cosa hanno pubblicato gli altri utenti (cliccando su Discover) e scoprire sconti speciali (sales).

Al Fashion festival di Sydney è stata testata la nuova app Booodl, un mix tra Pinterest e una app shop-the-runway. L’idea di base è “carico un’immagine di ciò che vorrei e gli altri utenti mi aiutano a trovarlo”. Mi convince poco ma sono curiosa di vederne l’evoluzione.

 

cream style

 

Brand strategies

Valentino ha realizzato un video behind-the-scenes e lo ha condiviso su Facebook per creare engagement.

Nuova it bag per Balenciaga che crea un mini sito ad hoc per creare interesse.

Contenuti interattivi e la collaborazione con Puseblog per Michael Kors che ha scelto di promuovere l’ecommerce sfruttando un blog e i social network. “The difficult part about running a blog comes down to how unique the content is and how advanced the creative can be.”

Sempre Michael Kors sfrutta i social media per diffondere la nuova fragranza Sporty Sexy Glam (…highlighting the differences in the collection it allows consumers to personalize their experience by finding a product that fits their personality – dice Luxurydaily). Giornalmente trovate post su Facebook, Twitter e Instagram. Da sottolineare che su Facebook il primo post a riguardo è stato un video di 30 secondi.

Passiamo a Marc Jacobs che ha lanciato un sito dedicato ad accrescere brand awareness e a educare il consumatore sui prodotti, anzi su Honey – la nuova fragranza. Subito in homepage l’utente è invitato a condividere sui social usando l’hashtag #MJHoneySpots.

 

michaelkors

 

Rebecca Minkoff (di cui ho parlato qui) sfrutta i social media (Facebook, Twitter e Tumblr) per lanciare la sua nuova campagna (Promoting new collections through digital platforms can help brands reach target consumers in a cost-effective way – dice Luxurydaily).

J Crew ha pubblicato in esclusivasu Pinterest l’intero catalogo dando la possibilità di pre-ordinare i capi . Nella board  c’era scritto “Just for our friends on Pinterest, an exclusive first look at our September Style Guide.”  Se è vero che Pinterest è poco “social” questo è un ottimo modo per sfruttarlo.

Ferragamo ha dato la possibilità all’utente di creare outfit direttamente sull’ecommerce tramite la feature “Style yourself” che aumenta il tempo di permanenza sul sito e l’acquisto di più capi.  A questo link è visibile la collezione, un video ed è possibile pre-ordinarla.

 

Altro

Sull’huffingtonpost è stata pubblicata una lista di account instagram da seguire: alcuni non li conoscevo e me li sono segnati, altri li approvo e altri no.  A prescindere dal mio personale parere è comunque una lista interessante e da tenere in considerazione se volete restare aggiornati e seguire dei personaggi influenti su Instagram.

Un bell’articolo su Bustle spiega come i social media stanno cambiando gradualmente il nostro approccio all’acquisto (divide social shoppers – più inclini a facebook – e social fashionistas – più inclini a blog e instagram)

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

chiaradalben
La risposta da Instagram ha restituito dati non validi.