Diritto, growth hacking, MarTech, TikTok e transmedia storytelling: i libri da leggere

27 aprile 2020

Questo è il primo post di una rubrica che vorrei portare avanti sui libri che consiglio.

Spesso mi viene chiesto, sia da studenti dei corsi a cui insegno sia su Instagram, che libri suggerisco di leggere per approfondire i temi legati al mio settore lavorativo. Spazierò dal marketing al business passando per il diritto e il coaching perchè è necessario sempre di più avere un approccio cross funzione per sapersi adattare ai cambiamenti e questo periodo storico ne è evidente conferma.

Questa rubrica vive anche su Instagram dove, sulle mie Stories, ho dato l’opportunità agli autori di raccontare il loro ultimo libro nel tempo di una (o più!) stories. Se sei curioso, come spero, la trovi sulla categoria “Libri” sulle Storie salvate in evidenza (account @chiaradalben)

Partiamo: ecco i primi libri fortemente consigliati in questo periodo!


Marketing Technologist

Trasformare l’azienda con il cliente al centro

marketing technologist

L’autore è Gianluigi Zarantonello, una persona che stimo moltissimo, un amico e anche uno dei primi capi che ho avuto nella mia carriera (quando ho lavorato in Gruppo Coin). Questo libro mi interessa particolarmente perchè tutta la mia carriera (e le mie passioni personali) ruotano attorno alla contaminazione tra marketing e tecnologia. Parla della figura che si inserisce tra marketing e IT e che ha in capo la tecnologia volta a ingaggiare l’utente scegliendo il canale più adatto per ciascuno scopo. Una figura che si pone come facilitatore, traduttore e interprete del linguaggio di due mondi (apparentemente) lontani. Il libro affronta tecniche, metodologie per migliorare la customer experience. Spiega come sia necessario un approccio cross-funzione a cavallo tra tecnologia e business, tra soft skill e hard skill. Come dice Gianluigi questa professione è molto moderna perché è la prima con una certa maturità in cui una doppia anima tech e non tech si combinano assieme. Siccome oggi, come dice Scott Brinker (se non lo conoscete potete approfondire la MarTech sul suo blog), il meccanismo (tecnologico) è anche esso messaggio avere qualcuno che governa la complessità tecnologica diventa importante. Per poterlo fare al meglio è necessario saper lavorare in modo trasversale tra dipartimenti, avere un metodo e un approccio insight driven e cliente-centrico. E saper fare data-storytelling, ovvero raccontare i dati in modo memorabile.

È un’opportunità da cogliere per i marketer, che richiede però competenze nuove e trasversali, come la capacità di disegnare il customer journey, la sensibilità a comprendere il contesto, una solida padronanza della tecnologia e spiccate doti analitiche.

Un altro punto che reputo fondamentale e che si collega al libro di cui vi parlo tra poco riguarda la “tolleranza al rischio” come l’ha definita Gianluigi su Digital4: è fondamentale nella martech sperimentare molto, per capire che cosa funziona e che cosa no e in questo un metodo per sprint e iterazioni è vincente, ma chiede un cambio di mentalità, con una tolleranza al rischio ed essere disposti a fallire in fretta e imparare dai fallimenti.

Se ti ho incuriosito, lo puoi comprare qui.


Growth Hacking Mindset

Non esiste innovazione senza sperimentazione

Di questa disciplina si è parlato molto negli ultimi anni. Per chi non lo sapesse, in una parola, significa sperimentare. Tentare una strategia e poi analizzare i dati. E ricominciare. Uno dei massimi esperti italiani di questo settore è Raffaele Gaito, autore di questo libro. (Libro a parte, vi suggerisco di seguire il canale Youtube di Raffaele perchè ha la capacità di far capire i concetti in modo semplice ed efficace anche per chi non ha ancora approfondito il tema). Nel libro si sofferma su visione, strategia e approccio fornendo una guida del mondo della sperimentazione, dell’analisi dei dati e del pensiero laterale.
Growth Hacking Mindset fa capire come e perchè le aziende devono sperimentare per sopravvivere ai cambiamenti e lo fa concentrandosi sull’approccio e sul mindset. Questo argomento è uno di quelli che sto approfondendo di più da un po’ di tempo perchè è a cavallo tra vari argomenti che mi appassionano come il business, il digitale e il mindset corretto per affrontare i cambiamenti. Il libro contiene storie italiane e, come ha detto Raffaele, questo è un fattore assolutamente positivo dato che il Growth Hacking è una disciplina arrivata in Italia non molti anni fa e le cui case history migliori provenivano dalla Silicon Valley.

Lo puoi comprare qui.


Transmedia experience

Dallo storytelling alla narrazione totale

Francesco Gavatorta (amico e massimo esperto di content marketing e storytelling) assieme a Riccardo Milanesi ha pubblicato, per Franco Angeli, un libro che parla di modelli di innovazione transmediale uniti a concetti di esperienze di marca memorabili. Il transmedia storytelling è un tema oggi essenziale per i marketer e vale la pena approfondirlo. Facciamo un passo indietro, che cosa significa? È un concetto introdotto dal ricercatore americano Henry Jenkins nel 2003 e fa riferimento a come una storia viene raccontata attraverso varie piattaforme di comunicazione (blog, video, ebook, social network…) : vari pezzi di storia che, una volta uniti, costruiscono un significato più ampio. L’utente evoluto di oggi si aspetta contenuti unici e diversi per ogni canale, esperienze immersive e narrazioni totali. È obbligo dei marketer ragionare multipiattaforma e far convergere i pezzi disseminati sui varie piattaforme.

Spero davvero di avervi incuriositi perchè il libro è bellissimo e l’argomento è davvero interessante. Lo potete acquistare qui.


Diritto della pubblicità

Tutela e contenzioso

Questo è un libro di diritto ma è estremamente utile ai marketer e agli esperti di comunicazione. Diritto della pubblicità affronta il delicato e attuale tema delle normative in ambito influencer marketing (sai cos’è lo IAP e la Digital chart?).

Affronta inoltre i rischi legali dell’advertising, parla di pubblicità ingannevole e comparativa, ambush marketing e real time marketing. Non manca il tema della tutela del diritto d’autore, i limiti di utilizzo dei contenuti di terzi, le criticità delle manifestazioni a premio e il tema della privacy. L’autore è Gianluca De Cristofaro, avvocato specializzato nel diritto dei marchi e della pubblicità.

Consigliatissimo a tutti i miei “colleghi” dell’ambiti marketing e comunicazione, lo trovate qui.


Tik Tok Marketing

Ilaria Barbotti, professionista digitale che conosco da molti anni, dopo aver scritto un libro su Instagram, prosegue la sua collaborazione con Hoepli scrivendo un’analisi sul nuovo social network di tendenza… Tik Tok.!

Se vuoi approfondire l’argomento ti suggerisco di leggere il post che ho scritto su Tik Tok il mese scorso per Ninja Academy, lo trovi qui.

Ilaria nel libro offre un’ampia panoramica sulla struttura dell’applicazione cinese, firmata ByteDance, e poi passa agli aspetti di community ed engagement. Non manca di affrontare il tema dell’advertising disponibile per brand e aziende.
Quando si parla di Tik Tok è assolutamente necessario trattare il tema legale e parlare di come viene gestita la privacy.

Nel libro si parla infatti anche di tutela minori (i “TikTokers” nel mondo sono per il 40% sotto i 19 anni) con il contributo di avvocato esperto sui temi digitali e influencer.

Lo puoi comprare qui.


Spero di averti dato spunti interessanti e di averti incuriosito a leggere almeno uno di questi libri.

Se sei un autore e vuoi entrare in contatto con me scrivimi a dalbenchiara@yahoo.it

SHARE THIS STORY
COMMENTS
EXPAND
ADD A COMMENT

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie